luni, 6 aprilie 2015

Sai cos'è bello, qui? Guarda: noi camminiamo, lasciamo tutte quelle orme sulla sabbia, e loro restano lì, precise, ordinate. Ma domani, ti alzerai, guarderai questa grande spiaggia e non ci sarà più nulla, un'orma, un segno qualsiasi, niente. Il mare cancella, di notte. La marea nasconde. È come se non fosse mai passato nessuno. È come se noi non fossimo mai esistiti. Se c'è un luogo, al mondo, in cui puoi pensare di essere nulla, quel luogo è qui. Non è più terra, non è ancora mare. Non è vita falsa, non è vita vera. È tempo. Tempo che passa. E basta. -Oceano Mare. Ci sono momenti nella vita in cui perdi qualcuno. Ci sono momenti nella vita in cui perdi qualcosa. Ci sono momenti in cui il presente fa male e guardare avanti o indietro non fa differenza... vedi solo una macchia scura, un temporale d'inverno, una partita a mosca cieca. Ci sono momenti in cui vinci, certo, in cui pareggi, perdi, lasci o raddoppi. Ci sono momenti in cui, sinceramente, non te ne frega più nulla di vivere. Ci sono momenti nella vita, infine, in cui perdi te stesso ed altri in cui perdi davvero tutto. Io, nella mia vita, ho perso molto e molto ho ritrovato. Qualcosa lo rimpiango, qualcosa no, qualcosa non ricordo nemmeno di averlo avuto. Ho perso l'impulso a lottare e a battermi per quello in cui credo. Ho perso la voglia di far tardi, di imparare a ballare, di diventare qualcuno. Ho perso l'occasione di stare in silenzio e quella di parlare al momento giusto. Ho perso la possibilità di chiedere scusa e quella di accettarle da chi me le offriva. Ho perso di vista persone importanti, ricordi a cui tenevo, episodi e risvolti della mia vita, sepolti nella memoria. Ho perso davvero molto nella mia vita. Ma c'è una cosa che ritrovo sempre, in una tasca , un sorriso casuale, in una piega del cuore che non sapevo di avere, nello stringere a me la persona che amo, negli occhi di un bambino, nell'abbraccio di un amico. C'è qualcosa che proprio non riesco a perdere... e questa cosa si chiama... Speranza. Per me. Per voi. Per noi tutti, io... continuo a sperare. -Fabio Alisei.

.







Words;



Voglio giocare con le parole,
  voglio legarle ed intrecciarle tra di loro.
  Voglio donar loro un significato dal dolce
 sapore del tuo ricordo,
  del mio ricordo,
  del ricordo di un noi ormai disperso.
  Voglio donare alle parole una melodia 
che sa di me e del mio animo.
  Che sa di me e del mio amore.

-Freckles;

Un comentariu:

  1. Sai cos'è bello, qui? Guarda: noi camminiamo, lasciamo tutte quelle orme sulla sabbia, e loro restano lì, precise, ordinate. Ma domani, ti alzerai, guarderai questa grande spiaggia e non ci sarà più nulla, un'orma, un segno qualsiasi, niente. Il mare cancella, di notte. La marea nasconde. È come se non fosse mai passato nessuno. È come se noi non fossimo mai esistiti. Se c'è un luogo, al mondo, in cui puoi pensare di essere nulla, quel luogo è qui.24 aprilie 2015, 13:44

    respondeste de menos ó parabenos gato que lê ou acaba cego ou na fogueira ou assado como lebre nem mi lembre ... desde que ninguém encontre esse vídeo com porta demoníaca o mundo tá salvo .....saravá bispo ...como é mesmo o nome desse treco que joga xadrez na igreja universal?
    Like · Reply · Just now
    Sebastião DA Nívea Nódoa perdeu o vídeo da porta dos fundos do totoro ....oxente cê é sortudo paca .....

    RăspundețiȘtergere